Voice

riconoscimento vocale
 
 

La soluzione Voice InFarma è il risultato di un investimento compiuto a favore dell'evoluzione tecnologica che migliora la qualità del lavoro e l'efficacia dello stesso.

Sviluppato dalla IT Works su tecnologia Nuance, il software di riconoscimento vocale utilizzato da InFarma è integrato a GeO, la procedura dedicata alla gestione operativa di magazzino. Il software vocale viene caricato nei terminali a radiofrequenza Mx8, i più diffusi nei magazzini di distribuzione farmaceutica, e le informazioni contenute nei terminali vengono ascoltate dagli operatori tramite un'apposita cuffia microfonica.

 Perchè

Le funzionalità ed i vantaggi che il Voice genera nella gestione operativa di magazzino, si esaltano nel caso specifico della distribuzione del farmaco proprio grazie alle caratteristiche specifiche che quest’ultimo presenta.

Innanzitutto la tipologia merceologica : packaging piccolo o molto piccolo.

In secondo luogo, la modalità e la tempistica con cui si svolge l’attività di prelievo distinta rispetto a qualsiasi altro settore di mercato: la concentrazione in due soli momenti della giornata e l’intensità della attività con bassi quantitativi.

La caratteristica dell’attività di prelievo molto intensa e a bassi quantitativi ( in media tendenti a 1) potrebbe far pensare che la funzione Voice risulti limitante, mentre è dimostrato che maggiore è la frequenza e più bassi sono i quantitativi di ciascun prelievo, maggiore è il vantaggio apportato dalla funzione vocale che garantisce l’operatività con mani e sguardo liberi.

Nell’ambito del Beta Test effettuato nella primavera del 2010 presso la Farmacentro Servizi e Logistica, è stato rilevato, dopo solo una settimana di utilizzo del nuovo sistema vocale, un guadagno medio nelle righe allestite all’ora per operatore del 14,6%. E’ interessante notare come l’effettivo incremento di operatività avvenga in maniera più evidente negli operatori che nell’allestimento “tradizionale”, quello svolto cioè senza il supporto del sistema vocale, effettuano una quantità bassa di prelievi rispetto alla media. Ciò risulta anche dalle statistiche sui dati rilevati nell’arco di due settimane  durante il Beta Test nel magazzino di Perugia:

OPERATORE “A”:   
Prelievi senza Voice,  179 righe ora
Prelievi con Voice, 197 righe ora
Guadagno, 10.19%
 
OPERATORE “B”:   
Prelievi senza Voice, 141 righe ora
Prelievi con Voice,  166 righe ora
Guadagno, 18,01%

E’ facile dedurre quindi che il sistema vocale facilita l’allestimento degli ordini in quanto ne favorisce un RITMO, limitando al massimo le distrazioni ed agevolando l’operatore che può lavorare a mani e sguardo liberi.

Una specifica funzione del sistema è in grado di dettare un vero e proprio “timing” di lavoro in relazione al quale l’operatore deve porre la propria concentrazione. L’utilizzo di tale funzione, che risulta essere motivo di un notevole risparmio nei tempi di allestimento, è facoltativa ed è scelta aziendale. Se non usata o usata parzialmente, diviene l’operatore, cosi come nel sistema tradizionale, l’artefice del valore temporale, anche se questo viene comunque ottimizzato dal sistema vocale.
 

 Ambiti

L'inserimento vocale dei dati (lotti, scadenze e quantità) in sostituzione alla digitazione degli stessi su tastiera, nonché la possibilità di lavorare a mani libere, rendono il sistema vocale particolarmente utile nella fase di ingresso merce, data la necessità di movimentare anche pesi e volumi considerevoli che caratterizza questa fase.

Anche nello stoccaggio il valore aggiunto è dato dalla possibilità di lavorare a mani libere. In questa fase, è possibile anche omettere l'uso del lettore ottico che risulta invece consigliato nell'ingresso merce e indispensabile nell'allestimento. I prodotti e le ubicazioni, in assenza di scanner bluetooth, vengono letti al sistema dall'operatore e sono sufficienti poche cifre del codice per il loro riconoscimento.

Una particolare attenzione va posta all'allestimento dei prodotti frigo. L'operatore preposto all'allestimento di questa particolare tipologia di merce apprezza notevolmente la possibilità di avere le mani libere e di lavorare senza scanner bluetooth leggendo solo le ultime cifre del codice ministeriale per il riconoscimento del prodotto. Questo infatti permette di operare tenendo comodamente in mano il contenitore termico e potendo, con l'altra mano, aprire le porte del frigo e quindi prelevare il prodotto richiesto senza doversi preoccupare di posizionare il terminale.

Altro ambito in cui la funzione Voice risulta particolarmente vantaggiosa, è quello della gestione delle "urgenze" che possono avvenire in caso di ubicazione di picking in sottoscorta; gli allestitori automatici presentano due caratteristiche situazioni di emergenza: il caso di "picco di vendita" che manda la canalina in sottoscorta, e il caso in cui il "rompitratta" deve essere spostato prima del previsto.

Anche nel caso dell'arrivo dall'ingresso merce di unità di carico con prodotti a stoccaggio urgente e di cassa prioritaria, l'utilizzo del Voice riesce ad ottimizzare notevolmente le operazioni. Attraverso un sistema di allarmistica integrato infatti, si ha la sicurezza che qualsiasi tipo di urgenza venga gestita nel più breve tempo possibile. Generalmente si ha il rischio che il messaggio su monitor non venga letto in tempo utile per essere gestito come "urgente", mentre il Voice consente l' invio all'operatore di un messaggio vocale proveniente dal monitor di sistema GeO che può essere impostato su cuffia o su casse acustiche esterne.
 

 Parametrizzazione

Una caratteristica che rende il sistema vocale estremamente interessante e facile da utilizzare, è quella della parametrizzazione, fatto che consente di impostare moltissimi parametri fino a far diventare il software completamente personalizzato alle esigenze del magazzino o anche del singolo operatore. Parliamo della possibilità di utilizzare diverse lingue e di effettuare un adattamento fonetico, di gestire diversi profili per operatore, nonché le differenze operative nelle varie funzioni:  il sistema consente infatti l’associazione di profili vocali diversi per le diverse funzioni operative e per i diversi settori di magazzino.

I diversi profili possono essere associati ad ogni singolo operatore suddividendo gli operatori stessi in classi e  collegandovi parametri molto dettagliati come, ad esempio, il volume e/o la velocità di riproduzione audio.In ogni profilo vocale è possibile: stabilire le modalità di lettura dell’ubicazione del prodotto (6 livelli di lettura, costanti, lunghezza pause, break event…) modalità di lettura del prodotto, modalità di lettura della quantità, utilizzo o meno del lettore ottico.
 
 

Continua la lettura visitando il nostro blog di informazione