Analogamente ai documenti del ciclo attivo, anche quelli relativi al ciclo passivo possono essere archiviati nel sistema TsDoc.

In questo caso la procedura č un apposito modulo di DiFarm che si occupa di automatizzare le fasi del processo, guidando l'operatore attraverso le fasi di identificazione del documento, scansione ed archiviazione dello stesso.

In questo modo, dopo aver effettuato le fasi di firma e marcatura temporale, č possibile eliminare fisicamente i documenti originali ricevuti riducendo notevolmente gli spazi necessari all'archivio cartaceo.
Inoltre, l'eventuale ricerca di un documento all'interno dell'archivio risulta rapida ed immediata.

 

Continua la lettura visitando il nostro blog di informazione